INCOTERMS 2020

INCOTERMS 2020

La crescita e la complessità delle norme in materia di commercio internazionale determinano incomprensione e costose controversie tra le parti se i contratti di compravendita non prevedono la standardizzazione di alcuni elementi. Fra gli elementi di rilievo in tal senso, vanno evidenziati gli Incoterms® “International Commercials Terms” che vengono predefiniti e pubblicati dall’International Chamber of Commerce (ICC) relativamente al diritto commerciale internazionale e sono termini commerciali di tre lettere relativi a pratiche contrattuali comuni di vendita. Essi hanno loscopo principale di comunicare chiaramente i compiti, i costi e i rischi associati al trasporto e alla consegna delle merci a livello…

ESPORTAZIONI: EXW O FCA?

Documentazione informativa: responsabilità e i rischi che spesso si ignorano nel vendere EXW. Come saprete, l’utilizzo dell’ INCOTERMS EXW presuppone che tutte le spese (di carico, trasporto, sdoganamento export ed import) e le relative responsabilità siano completamente a carico dell’acquirente. Vi invitiamo ad informare i vostri uffici commerciali di procedere eventualmente vendendo FCA (vs. magazzino), in questo modo resteranno a vs. carico le operazioni doganali di esportazione (cosa che non vi compete nel caso di EXW) ed eviterete di dover dimostrare la legittimazione della non imponibilità IVA art.8 DPR 633/72 attivando snervanti ricerche delle bolle doganali. Potrete procedere recuperando le spese…

NUOVO CODICE DOGANALE (CDU)

NUOVO CODICE DOGANALE (CDU)

Regolamento UE n. 952/2013 Il Parlamento e il Consiglio Europeo hanno istituito il nuovo Codice Doganale dell’Unione (di seguito CDU) con il regolamento UE n. 952/2013 del 9 ottobre 2013 che prevede la completa attuazione a decorrere dal 1° maggio 2016. Da quest’ultima data sono formalmente abrogati i seguenti regolamenti: – Reg. CEE n. 3925/91 – relativo all’eliminazione dei controlli sui bagli dei viaggiatori intracomunitari – Reg. CEE n. 2913/92 – istituiva il Codice doganale comunitario – Reg. CEE n. 1207/2001 – relativo al rilascio dei certifica ti EUR. E alla qualifica di esportatore autorizzato Viene formalmente abrogato dal Regolamento…

Esportatore Autorizzato

Esportatore Autorizzato

Gli esportatori posso attestare l’origine preferenziale del prodotto mediante la richiesta di emissione del certificato EUR.1 oppure mediante la dichiarazione su fattura per esportazioni di valore inferiore a 6.000 euro. Esclusivamente agli esportatori autorizzati è consentita la dichiarazione su fattura per valori superiori a 6.000,00. Lo status di esportatore autorizzato è quindi un beneficio che permette all’operatore di poter attestare l’origine preferenziale direttamente sulla fattura indipendentemente dal valore della merce esportata. Come previsto dagli artt. 90 e 117 delle Disposizione di attuazione del Codice (Reg. Cee 2454/93, di seguito DAC) e dagli accordi di libero scambio siglati dall’Unione Europea con i…

INCOTERMS 2010

INCOTERMS 2010

Gli INCOTERMS o “termini di resa della merce” rappresentano una codificazione della Camera di Commercio Internazionale di Parigi, universalmente riconosciuta, che indicano I termini commerciali di consegna usati nelle vendite internazionali. Gli INCOTERMS indicano: quali sono gli obblighi ed i rischi a carico del venditore e quali quelli del compratore fissano, in modo preciso, il tempo e il luogo in cui avviene il trasferimento di tali rischi a chi spettano le operazioni accessorie e gli obblighi connessi Termini adatti a qualsiasi modalità di trasporto – EXW Ex Works – FCA Free Carrier – CPT Carriage Paid To – CIP Carriage…

Deposito Doganale Brescia

Deposito Doganale Brescia

Il deposito doganale è il luogo, autorizzato dall’autorità doganale e sottoposto al suo controllo, che immagazzina merci non comunitarie senza che siano assoggettate ai dazi di importazione, all’IVA o a qualsiasi altra imposizione o restrizione prevista per la loro immissione in libera pratica. Durante lo stoccaggio della merce nel deposito il pagamento dei diritti doganali resta sospeso e la procedura sospensiva consente di negoziare le merci giacenti nel deposito come se si trovassero ancora all’estero. L’utilizzo del deposito doganale offre agli operatori economici interessanti facilitazioni in quanto favorisce il commercio, consentendo la rispedizione all’estero delle merci depositate e/o la loro…